Pronazione dolorosa

Fig. 1

Fig. 1

Si manifesta in età prescolare in seguito ad una trazione esercitata sull’arto superiore, come quando il bambino viene bruscamente sostenuto per la mano (fig 1) per evitarne una caduta. La sindrome dolorosa è legata all’intrappolamento del legamento anulare, che a livello del gomito rende solidali ulna e capitello radiale, fra quest’ultimo e il condilo omerale. Il piccolo paziente si presenta addolorato, con l’arto superiore immobile e l’avambraccio in pronazione. Se il racconto anamnestico corrisponde al quadro clinico le indagini radiografiche sono superflue e si può procedere alla riduzione. Con delicate manovre di trazione, estensione e successiva flessione, si riporta l’avambraccio in supinazione, riuscendo talvolta a percepire un debole scatto. Se la manovra riesce, in pochi minuti il piccolo si calma, smette di piangere e torna a muovere il braccio. L’arto va lasciato libero, senza alcuna immobilizzazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...